Comunicato stampa

La Virtual Reality come nuovo medium narrativo: il Cineca al Future Film Festival 2018

31/05/2018

La Virtual Reality come nuovo medium narrativo:

il Cineca al Future Film Festival 2018

 

Anche quest’anno il Cineca collabora con il Future Film Festival. Il compito del Visit Lab Cineca a supporto del FFF è quello di rendere fruibili al pubblico i contributi VR giunti per il contest, predisponendo le varie applicazioni per la fruizione, e fornendo la tecnologia per allestire lo spazio VR del Future Film Festival. Oltre al supporto tecnologico, nel corso della manifestazione il Cineca presenterà anche due esperienze di Virtual Cultural Heritage, realizzate in collaborazione con l’Università di Bologna.

Casalecchio di Reno, 22 maggio 2018 - Il Visit Lab (Visual Technology Laboratory) Cineca ha collaborato in diverse occasioni con il Future Film Festival, partecipando con diversi cortometraggi, e mettendo a disposizione le proprie tecnologie per la visualizzazione di contenuti multimediali. Negli ultimi anni la collaborazione si è focalizzata sulla realtà virtuale (VR) come nuovo medium narrativo.

Sebbene l’esperienza e la fruizione dei contenuti virtuali sia sempre più diffusa, la componente tecnologica per lo sviluppo dei contenuti stessi richiede ancora un certo livello di competenza, dato che le implementazioni possono avere specificità diverse in base alle piattaforme utilizzate. Il compito del Visit Lab a supporto del FFF è quello di rendere fruibili al pubblico i contributi VR giunti per il contest, predisponendo le varie applicazioni per la fruizione, e fornendo la tecnologia per allestire lo spazio VR.

Negli ultimi vent'anni il Cineca ha maturato importanti esperienze nell'applicazione delle tecnologie dell'informazione ai beni culturali, mettendo a disposizione le risorse di High Performance Computing, Big Data analysis, grafica avanzata, per la creazione di ambienti virtuali che favoriscono l’accesso a database di informazioni culturali, il tutto con approccio open e crossmediale - afferma Sanzio Bassini, Direttore del dipartimento High Performance Computing del Cineca.

Mettendo a disposizione del Future Film Festival le proprie competenze Cineca conferma l’impegno nel supporto alla ricerca, portando l’innovazione tecnologica anche nel campo dei beni culturali, e rispondendo al compito indicato nella missione istituzionale di favorire il trasferimento di soluzioni tecnologiche di avanguardia ai Consorziati e al sistema Paese - conclude David Vannozzi, Direttore Generale del Cineca.

Oltre al supporto tecnologico, nel corso della manifestazione il Cineca presenterà anche due esperienze di Virtual Cultural Heritage, realizzate in collaborazione con l’Università di Bologna.

 

Dal museo all’Oculus: nuovi modelli di fruizione dei contenuti culturali

La prima delle due applicazioni è un’esperienza interattiva in realtà virtuale, risultato della tesi di laurea di Alessandro Pettazzoni, sotto la guida del Prof. Bruno Riccò. Il lavoro si è avvalso di modelli 3D provenienti da progetti sviluppati dal Cineca per la Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale. Il progetto è rivolto soprattutto a bambini e ragazzi, ed ha l’obiettivo di stimolare l’interesse degli utilizzatori verso oggetti ed ambienti appartenenti al patrimonio culturale del nostro Paese. I modelli utilizzati sono filologicamente rigorosi, e l’applicazione, disponibile sul visore Oculus, è “portabile” su diverse piattaforme.

 

MUVI – Museo Virtuale della Vita Quotidiana nel XX secolo (muvi.cineca.it)

Anche la seconda applicazione è visibile tramite Oculus, e riguarda la navigazione di due stanze di una casa anni Trenta ricostruite nel contesto del progetto del Museo Virtuale della Vita Quotidiana nel XX secolo. MUVI racconta i cambiamenti che si sono verificati nella vita degli italiani attraverso la ricostruzione di ambienti domestici. Questa versione, realizzata con una pipeline open source in Blender e Unreal Engine, è stata sviluppata nell’ambito della Tesi di Laurea di Fabrizio Di Cesare, sotto la guida dello staff del VisitLab (Antonella Guidazzoli, Silvano Imboden, Maria Chiara Liguori, Beatrice Chiavarini, Daniele De Luca).

 

VISIT lab

Il Visual Information Technology (Visit Lab), del dipartimento High Performance Computing di Cineca utilizza e sviluppa applicazioni e strumenti di grafica computazionale (computer graphics) per la visualizzazione scientifica, la creazione di ambienti 3D navigabili e interrogabili in tempo reale, nonché spazi virtuali immersivi a supporto di progetti di particolare rilievo, sia in ambito scientifico, sia umanistico, con particolare attenzione al valore di trasferimento tecnologico generato, in sinergia con le attività di calcolo ad alte prestazioni e di analisi big data.

Di rilievo è anche la valenza comunicativa delle attività del Visit, in quanto la sintesi per immagini favorisce la comprensione delle attività di ricerca, anche complesse, presso il grande pubblico. Al fine di adempiere la propria missione, il Visit privilegia la creazione di framework open source con un approccio cross-mediale favorendo la creazione di team di progetto con competenze multidisciplinari.

 

Cineca

Cineca è il Consorzio Interuniversitario di calcolo con sede a Casalecchio di Reno, costituito da 67 Università italiane, 9 Enti di Ricerca, un Policlinico Universitario e il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Dal 1969 offre supporto alle attività di ricerca della comunità scientifica tramite il supercalcolo e le sue applicazioni grazie a un'infrastruttura tecnologica tra le più potenti al mondo; realizza sistemi gestionali per le amministrazioni universitarie e il MIUR; progetta e sviluppa sistemi informativi per imprese, sanità e pubblica amministrazione.

Negli ultimi vent'anni il Cineca ha maturato importanti esperienze nell'applicazione delle tecnologie dell'informazione ai beni culturali. In questo senso sono importanti le collaborazioni con la Reggia di Caserta, la Samuel H. Kress Foundation, il Museo della Storia di Bologna, Villa Giulia a Roma, il Parco archeologico del Colosseo... Inoltre è partner tecnologico di un importante progetto europeo di ricerca nel framework Horizon2020: Imedia Cities http://imediacities.eu/. Il progetto ha l’obiettivo di dare nuove possibilità di accesso al patrimonio audiovisivo delle cineteche e archivi europei. Grazie ad innovativi strumenti di ricerca, decodifica automatica di immagini in movimento e annotazioni automatiche di metadati, tramite la piattaforma sviluppata nel contesto del progetto sarà possibile esplorare le città da prospettive finora inedite, sia per i ricercatori sia per il pubblico.

CINECA

Via Magnanelli 6/3 - Casalecchio di Reno - (BO) - info@cineca.it

Ulteriori informazioni per la stampa:

Patrizia Coluccia - p.coluccia@cineca.it 3385366421 - 051 6171411