News

Domenica 18 novembre, presso la Casa delle Associazioni del Baraccano, ore 16, nuovo imperdibile appuntamento con Fut

Domenica 18 novembre, presso la Casa delle Associazioni del Baraccano, ore 16, nuovo imperdibile appuntamento con Future Film Kids, con una sessione di truccambimbi, merenda e proiezione del classico contemporaneo Ernest e Celestine, indimenticabile storia di amicizia tra un orso e una topolina osteggiati dai loro simili.

ore 16.00 truccabimbi e merenda per tutti i bambini

ore 17.30 inizio proiezione

 

IL FILM

ERNEST & CELESTINE di Benjamin Renner, Stéphane Aubier, Vincent Patar (Francia - Belgio, 2012, 81') 
L’amicizia tra diversi, si sa, non è facile né facilmente accettata. 
Nel mondo degli orsi, ad esempio, non è ammessa l’amicizia coi topi. 
Ma Ernest, un grosso orso emarginato, clown e musicista, incontra la topolina Célestine, un’orfana che vive nel mondo sotterraneo dei topi ma che casualmente rimane intrappolata in un cestino nel mondo “di sopra”, quello degli orsi. In seguito a molte peripezie, i due diventano amici, ma sono anche inseguiti dalla polizia dei due mondi. 
Si rifugiano, per passare l’inverno, nella casa di Ernest. Sennonché alla primavera vengono scoperti e portati in tribunale: Ernest in quello dei topi e Celestine in quello degli orsi. 
La storia, scritta da Daniel Pennac, è tratta dagli albi illustrati di Gabrielle Vincent e animata con un delicato disegno in animazione 2D, veloce e immediato. 
 

 

NEWS del 15/11/2018 - 17:16

Siete pronti, bambini e genitori bolognesi?

Siete pronti, bambini e genitori bolognesi? Domenica 11 novembre inaugura Future Film Kids - Cinema e laboratori ad alteza di bambino, rassegna arrivata alla sedicesima edizione.

vi aspettano classici del cinema invisibili, come La Regina delle nevi o i cortometraggi folli ed esilaranti di Tex Avery e Ub Iwerks, ma anche film recenti e poco visti come Il libro della vita, fiaba sul folklore messicano, e Leafie, cartone animato coreano su una gallina che adotta un anatroccolo e lo difende da una crudele donnola.

La novità di quest'anno è la collaborazione con AICS e con il Quartiere Santo Stefano, realtà con le quali inauguriamo una nuova sede, La casa delle associazioni del Baraccano, dove i nostri film saranno affiancati da giochi, laboratori e merende per tutti i bambini presenti.

Si comincia proprio al Baraccano, con uno speciale pomeriggio dedicato ai Puffi, di cui parliamo diffusamente qui

 

Guardate il programma completo, ricco di sorprese e novità.

NEWS del 08/11/2018 - 13:11

Domenica 11 novembre alle ore 16 alla Casa delle Associazioni del Baraccano, via Santo Stefano 119/2, inaugura uffici

Domenica 11 novembre alle ore 16 alla Casa delle Associazioni del Baraccano, via Santo Stefano 119/2, inaugura ufficialmente la sedicesima edizione di Future Film Kids - cinema e laboratori ad altezza di bambino, con uno speciale pomeriggio di giochi, merenda e film dedicati al mondo dei Puffi, che proprio quest'anno compiono 60 anni.

Alle 16 i bambini verranno coinvolti in un laboratorio pratico sui Puffi, alle 17 faranno merenda, e alle 17.30 li aspetta la proiezione del capolavoro animato del 1976, Il flauto a sei Puffi, trasposizione a cartoni animati della loro primissima avventura. Il tutto a soli 6 euro di costo (3 euro per i genitori e accompagnatori interessati al film).

 

LA TRAMA

Ambientato nel medioevo, il film racconta la storia del giovane scudiero John e del suo piccolo e ingenuo aiutante Solfami.

Un giorno un mercante abbandona nel palazzo del Re uno strano flauto  magico che, se suonato, costringe la gente a ballare senza sosta.

Presto John e Solfamì si accorgono  della pericolosità del flauto: se suonato sufficientemente a lungo, fa addormentare stremate le persone. John e Solfami partono dunque alla ricerca di un secondo flauto in grado di contrastare il primo, caduto nelle mani sbagliate: incontreranno i Puffi, strani e simpatici abitanti della foresta, gli unici in grado di aiutarli. 

 

Tenete d'occhio il sito www.futurefilmkids.org per scoprire tutti i prossimi appuntamenti della rassegna 

NEWS del 07/11/2018 - 15:40

Uno dei registi più amati dai nostri fan, Federico Sfascia, ospite del FFF nel 2016 e 2017 per presentare  i suoi del

Uno dei registi più amati dai nostri fan, Federico Sfascia, ospite del FFF nel 2016 e 2017 per presentare  i suoi deliranti e visionari Alienween e i REC You, torna a Bologna per mostrare in anteprima il suo nuovo film Stellastrega, bizzarro reboot rimontaggio di Alienween che promette grandi sorprese.

SAVE THE DATE: Lunedì 5 novembre, 20.45 | Europa Cinema (Via Pietralata 55, BO).

Ecco il programma dettagliato della serata:

Lunedì 5 novembre

ore 20.45 | Europa Cinema (Via Pietralata 55, BO)

SFASCIA e I LICAONI vs. I 400 CALCI
• È possibile una fantascienza all’italiana? •
Nell’angolo rosso del ring: Federico Sfascia con l’anteprima nazionale del suo StellaStrega e I Licaoni con il nuovo progetto Twinky Doo's Magic World. Nell’angolo blu: Nanni Cobretti e Jackie Lang de I 400 calci - Cinema da combattimento con il loro Manuale di cinema da combattimento e i loro fumetti di menare.
Arbitrano il match: Carlo Tagliazucca di Future Film Festival e Brando Sorbini di kinodromo
21.15 | Europa Cinema
Proiezione del film "StellaStrega" di Federico Sfascia
(Italia / 90 min / 2018) V.O. 
Strane creature venute da un altro mondo atterrano sul nostro pianeta proprio mentre quattro amici decidono di organizzare un festino a base di droga, alcol e prostitute, lontani dagli occhi di fidanzate super gelose. Una volta dentro la catapecchia abbandonata scelta dai nostri come refugium peccatorum, gli alieni danno inizio ad una vera e propria mattanza. Chi si salverà?

Prima del film verrà proiettato il cortometraggio Twinky Doo’s Magic World di Alessandro Izzo.

A seguire continua il dibattito con gli ospiti.
—————————————–
COSTO BIGLIETTO 6 euro

 

L'evento è organizzato da Kinodromo in collaborazione con Future Film Festival

NEWS del 25/10/2018 - 16:23

Torna Future Film Kids, la rassegna di proiezioni e laboratori per bambini, giunta alla sedicesima edizione.

Torna Future Film Kids, la rassegna di proiezioni e laboratori per bambini, giunta alla sedicesima edizione.

In attesa del programma completo, in arrivo prestissimo, vi segnaliamo un evento speciale in occasione della giornata mondiale dell'animazione e di Halloween.

Domenica 28 ottobre, ore 16, presso La casa delle associazioni del Baraccano, via Santo Stefano 119|2, Bologna, avrà luogo una festa di Halloween con merenda e giochi, che si concluderà  alle 17.30 con una proiezione FFKIds, Monster Toons - Cartoni animati e mostri.

Un pomeriggio in puro stile Halloween in compagnia dei più famosi personaggi dei cartoni animati, alle prese con mostri di tutte le forme e dimensioni: Topolino contro i fantasmi, Bugs Bunny contro il Dr. Jeckill, Flip la rana e la casa stregata, e tanti, tanti altri.

Portate i vostri bambini!

 

Il PROGRAMMA

ore 16.00 Festa di Halloween "Uno spaventoso Baraccano", con merenda per tutti.  Venite  mascherati e partecipate alle tante "mostruose" attività! 

ore 17.30 inizio proiezione

 
COSTI

Merenda e giochi più film: 6 euro

Film: 3 euro

 

 

NEWS del 24/10/2018 - 16:46

Venerdì 19 ottobre alle 18, presso l'Accademia delle Belle Arti di Bologna, Spazio Collamarini, inau

Venerdì 19 ottobre alle 18, presso l'Accademia delle Belle Arti di Bologna, Spazio Collamarini, inaugureremo la mostra "Come creare un character animato", che presenterà per la prima volta al pubblico bozzetti, studi preparatori dei personaggi e soggetti creati dagli studenti del corso di alta formazione omonimo organizzato pochi mesi fa da Future Film Festival in collaborazione con Ecipar Bologna.

Durante il corso gli studenti hanno imparato come scrivere e caratterizzare un personaggio fisicamente e psicologicamente, donandogli un background e aspetti che lo rendano originale e fresco. La mostra è il risultato delle competenze acquisite, i lavori degli studenti sono sorprendenti.

Vi Aspettiamo!

 

NEWS del 11/10/2018 - 17:17

Future Film Short, Il concorso di corti d’animazione più famoso del mondo ha compiuto 20 anni da poco, e ci piace cel

Future Film Short, Il concorso di corti d’animazione più famoso del mondo ha compiuto 20 anni da poco, e ci piace celebrare questo anniversario rimettendo in circolo alcuni dei corti più belli di sempre, tra oltre 6.000 opere del nostro archivio, con grandi nomi come Bill Plympton, Koji Jamamura, Mirai Mizue, Rosto, Michaël Dudok De Wit, P.E.S. e molti altri.

Future Film Festival vi aspetta per la maratona free entry dalle 19,30 di giovedì 11 ottobre, presso Scuderia Future Food Urban Lab, Piazza Verdi 2, Bologna.

In questa magica serata percorreremo la storia recente dell'animazione dal minutaggio breve, dando conto della ricchezza di stili, sintesi e tematiche di una forma narrativa troppo poco conosciuta e studiata, passando dai corti comici a quelli sperimentali, dal grottesco al melodrammatico. L'antologia sarà anche un'occasione per mostrare le mille tecniche di animazione possibili: stop-motion, papercut, 3D, 2D, disegno a mano, tecnica mista ecc. ecc.   

Portate un ricordo del Festival, entrerete nella nostra special Gallery su Instagram e riceverete un’altra “old memory” dal nostro sterminato archivio!

 

I TITOLI:

Inanimate di Lucia Bulgheroni  

Reruns di Rosto 

Simbiosis Carnal di Rocìo Alvarez .

Xian di Roxane Campoy, Pauline Ledu, Myriam Belkheyar, Gwenaelle Bavoux 

Guide Dog di Bill Plympton

Le bruit du gris di Stéphane Aubier e Vincent Patar 

Tanzonk di Sasha Svirsky 

Garden Party di Florian Babikian, Vincent Bayoux, Victor Caire, Théophile Dufresne, Gabriel Grapperon, Lucas Navarro

Merlot di Marta Gennari e e Giulia Martinelli

Chicken Cube di Anna Penkner, Renate Pommerening

Lavatory lovestory di Konstantin Bronzit

Isabelle au bois dormant di Claude Cloutier

Father and Son di Michael Dudok de Wit

Mr. Hublot di Laurent Witz

The old  Crocodile di Koji Yamamura

La Maison en Petits Cubes di Kunio Katō

Tête d'Oliv…. di Armelle Mercat

Hate for sale di Anna Eijsbouts

Inhibitum di Zorobabel

Mister Paper goes for a walk di Steven De Beul, Ben Tesseur

Fresh guacamole di Pes

Jam di Mirai Mizue

At the opera di Juan Pablo Zaramella

 

L'evento "Future Film Short goes 20!" fa parte della settimana arancione della cultura promossa dalla Regione Emilia-Romagna. Qui tutte le info su EnERgie Diffuse

 

NEWS del 26/09/2018 - 13:12

VR INNOVATION ACADEMY A BOLOGNA

iscrizione entro il 22 ottobre 2018

 

VR INNOVATION ACADEMY A BOLOGNA

iscrizione entro il 22 ottobre 2018

 

  • E se potessi migliorare le tue prospettive e iniziare una carriera nel settore tecnologico, studiando VR e AR per soli 11 mesi?
  • L’iscrizione è gratuita ma su selezione. I posti sono limitati!

 

Future Film Festival è lieto di annunciare la nuova partnership con Eon Academy, che sta aprendo la sua nuova sede italiana proprio a Bologna.

Eon Reality è la società californiana leader nel fornire servizi di AI, VR, AR, mixed reality, IoT. “Immaginiamo un futuro dove le forze della Intelligenza Artificiale, della realtà Virtuale, della Realtà Aumentata e della Internet of Things (IoT) lavorano insieme per portare a nuovi livelli l’interazione uomo-computer. Un mondo dove l’intelligenza degli uomini e quella delle macchine lavorano assieme per un beneficio comune, aumentando le capacità degli esseri umani invece di impoverirle."

 

Cos’è la VR Innovation Academy a Bologna. 

La VR Innovation Academy presso il nuovo Interactive Digital Center di Bologna insegna le competenze necessarie per creare applicazioni di realtà virtuale e realtà aumentata per l'impresa e l'istruzione.

Il curriculum copre molti campi diversi, tra cui: architettura, visualizzazione di prodotti, creazione di games, progettazione multimediale e supporti di trasmissione. I docenti della Academy provengono da una rete globale di innovatori, creativi e menti curiose.

La Academy è aperta a tutte le persone di età superiore ai 18 anni provenienti da tutti i contesti educativi. Possiamo indicare come settori di provenienza: Computer Science, Games Design, Animazione, Matematica, Fine Art, Media Studies, Broadcast Media e Graphic Design.

 

Il percorso della Academy è composto da due parti, la parte di teoria, della durata di 16 settimane, e la parte di project work della durata di 24 settimane. Le conoscenze generali insegnano le nozioni di base da zero.

I migliori studenti dell'Accademia saranno assunti in EON Reality e lavoreranno con esperti di calibro internazionale nel campo della Realtà Virtuale e della Realtà Aumentata.

Invia la candidatura per la Academy 

NEWS del 20/09/2018 - 11:57

Dopo 20 anni del Premio Future Film Festival Digital Award che ha visto al lavoro giornalisti

Dopo 20 anni del Premio Future Film Festival Digital Award che ha visto al lavoro giornalisti quali Arianna Finos, La Repubblica; Titta Fiore, Il Mattino; Rocco Giurato, Mondofilm.it; Giuseppina Manin, Il Corriere della Sera; Lee Marshall, Internazionale; Gabriele Niola, Wired; Cristiana Paternò, Cinecittà News; Francesca Pierleoni, ANSA; Roberto Silvestri, Hollywood Party; Boris Sollazzo, Giornalettismo,  per valutare il miglior film con effetti speciali e/o in animazione presentato nelle scorse edizioni della Mostra del Cinema di Venezia, quest’anno abbiamo deciso di cambiare: stiamo monitorando la Mostra del Cinema di Venezia, cercando nel ricchissimo programma i film più interessanti dal punto di vista degli effetti speciali, dell'animazione e delle nuove tecnologie, con l’aiuto di amici e prestigiosi giornalisti che da anni seguono il nostro premio.

Possiamo sin da ora segnalarvi, ad esempio, il film d'apertura “First Man" di Damien Chazelle, un grande esempio di fantascienza umanista che non ci si aspettava dal regista di "La La Land”, e ancora il visionario “Suspiria" di Luca Guadagnino, coraggiosa rilettura del classico omonimo di Dario Argento.

Ancora sul fronte del cinema italiano si è distinto "La profezia dell’armadillo" di Emanuele Scaringi, tratto dal bestseller di Zerocalcare, che riununcia al digitale e fa interpretare l'amico immaginario del protagonista, l'armadillo, da un attore in costume, come ai gloriosi tempi di Godzilla. Effetti speciali vintage, quindi, ma pur sempre effetti speciali.

 La sorpresa dell'anno è stata però fino ad ora l'horror mitologico indiano “Tumbbad” di Rahi Anil Barve e Adeh Prasad, film inclassificabile e fuori dal tempo, che mescola effetti speciali artigianali con una computer graphic tutt'altro che perfetta ma affascinante.

Aspettiamo poi di vedere, nei prossimi giorni, “Shadow", il film di cappa e spada di Zhang Yimou, dal trailer raffinato e coreografico, e “Zan", il film di samurai di Shinya Tsukamoto, che si preannuncia molto meno estetizzante e ben più brutale.

A fine festival riporteremo anche consigli e pareri dei nostri amici giornalisti presenti al Lido, mentre nei prossimi mesi lavoreremo per portare un po’ di Venezia anche a Bologna.

 

 

 

NEWS del 05/09/2018 - 17:43

Il nostro omaggio a Isao Takahata non è finito: dopo la magnifica e affollata retrospettiva che abbiamo dedicato al g

Il nostro omaggio a Isao Takahata non è finito: dopo la magnifica e affollata retrospettiva che abbiamo dedicato al grande regista giapponese poche settimane fa, presentermo nuovamente La storia della Principessa Splendente in collaborazione con la Cineteca di Bologna e Schermi e Lavagne, nell'smbito della rassegna Sotto le stelle del Cinema nella magnifica cornice di Piazza Maggiore, Bologna, "il più bel cinema del mondo".

Segnatevi la data: domenica 8 luglio, ore 21.45, Piazza Maggiore, Bologna. Ingresso libero.

E' ancora un onore omaggiare uno dei grandi registi della storia del cinema, non solo d'animazione,  recentemente scomparso, mostrandone il canto del cigno, l'opera più ambiziosa e complessa, summa di un'intera vita.

Il Film

In un giorno di primavera, un anziano tagliatore di bambù trova nel fusto di una pianta un piccolo essere misterioso ed elegante dalle sembianze di bambina, che decide di adottare. La natura divina della bambina si fa presto evidente: ogni esperienza che vive la fa crescere sia mentalmente sia fisicamente così velocemente che in pochi giorni, diventa una vivace ed allegra ragazza.

Lo studioso Enrico Azzano scrive "La storia della principessa splendente ci indica un sentiero difficile da (ri)percorrere, rielaborando un immortale patrimonio narrativo ed estetico: l’animazione è Arte, è un lavoro certosino, è il tempo passato su ogni singola tavola, è contenuto, storia, emozione, è un vitale intreccio tra realtà e fantasia, è immaginazione al potere. La storia della principessa splendente è il trionfo dell’animazione, dei colori, dei tratti, delle intuizioni grafiche; è arte, sperimentazione e innovazione con potenzialità e budget commerciali.  Takahata tesse un capolavoro, accompagnato dalle note di Joe Hisaishi, intrecciando classicismo narrativo e sperimentazione estetica, andando volontariamente contro le regole non scritte dell’animazione da box office." Da www.quinlan.it

Chi non l'ha mai visto non può perderlo, difficilmente si riuscirà a rivederlo su uno schermo altrettanto grande e in una piazza altrettanto suggestiva. Solo uno schermo enorme può restituire la generosità visiva e narrativa di Takahata, che con questo film regala almeno una sequenza da storia del cinema, quella della fuga disperata della Principessa dall'opulenta e odiosa società dei ricchi, una lunga corsa girata con furia inaudita, in un tripudio di colori e linee cinetiche che lascia senza fiato.  

 

NEWS del 21/06/2018 - 17:34

Si è chiusa da pochi giorni la prima grande mostra italiana sulla storia degli effetti speciali al Cinema, registrand

Si è chiusa da pochi giorni la prima grande mostra italiana sulla storia degli effetti speciali al Cinema, registrando un'affluenza record di circa 135000 visitatori in un mese di tenitura.

La mostra, a cura di Giulietta Fara, Oscar Cosulich, Carlo Tagliazucca e Luca Della Casa, si prefiggeva il compito di raccontare la storia degli effetti speciali in 20 tappe, attraverso la visione dei making of di 20 film fondamentali secondo il giudizio dei curatori.

Da Méliès a Blade Runner, da King Kong a Gli Argonauti per arrivare fino ad Avatar e ai mondi virtuali di Ready Player One, il viaggio proposto ha toccato tecniche, autori e artisti italiani ed internazionali che hanno lavorato con gli effetti visivi. 

Un allestimento fatto di casette di legno e arredi vintage che contrastava magnificamente con le immagini tecnlogiche mostrate dai tablet, accoglieva lo spettatore e lo guidava all’esplorazione di 20 tablet contenenti altrettanti filmati.

Nel mese della mostra abbiamo visto ogni genere di visitatore approcciarsi ai filmati: dai semplici curiosi, che rimanevano affascinati sia dai making of dei film più celebri, agli appassionati che venivano apposta per lasciarsi incantare dalle immagini di classici meno noti come quelli di Jan Svankmajer o Karel Zeman, ai bambini, che con grande piacere e soddisfazione abbiamo visto incontrare per la prima volta, con gli occhi spalancati, King Kong, Godzilla o Il Ladro di Bagdad

La mostra era accompagnata da un catalogo, richiedibile all'indirizzo segreteria@futurefilmfestival.org, contenente saggi critici e schede dei film scelti, tutti firmati dai quattro curatori.

Dall'introduzione di Giulietta Fara, citiamo un testo che ben racconta lo spirito della mostra:

"Future Film Festival da sempre ha indagato e indaga gli effetti visivi e l’animazione come un unicum, un complesso articolarsi del linguaggio animato anche laddove sembra prevalere il live action. Le immagini animate o di sintesi presenti in film “dal vero” fanno il paio con quelle “puramente” d’animazione, siano esse realizzate con tecnica stop-motion, CGI, cel animation, pixillation, rotoscopio o altro. L’animazione, anche sotto forma di effetto speciale, racconta la transizione del cinema come mezzo moderno ad un’epoca contemporanea, fatta appunto di sintesi, colori piatti e forti, linee nette, immagini a bassa risoluzione, pupazzi al posto di figure fotografate.

Con la mostra IS IT FUTURE IS IT PAST abbiamo voluto simbolicamente unire il numero venti (come le edizioni sin qui fatte del Future Film Festival) con una selezione delle opere che, in oltre cento anni di storia del cinema, rappresentano alcune tappe fondamentali per i cambiamenti di stile nell’uso degli effetti speciali.

Se Meliès è acclamato come il padre degli effetti visivi, e di tutto ciò che contraddistingue il cinema di montaggio, di finzione, di magia, il nostro viaggio non può che partire da lui per poter aprire una strada, seppure non sempre dritta, alla ricerca di tappe da validare con il minimo comune denominatore di una aggiunta, una modifica, una carico di novità rispetto a ciò che è stato fatto in precedenza a favore della “corrosione” della pellicola con l’”acido” degli effetti visivi, dell’animazione.

Gli effetti visivi creano la finzione laddove c’è una ripresa dal vero, togliendole dunque l’autorità della verità ma garantendo una buona dose di fantasia, invenzione, sorpresa, imprevisto, slapstik, scifi, fantasy, magia. Come degli investigatori, in questa mostra si è cercato di trovare l’elemento contemporaneo in un mezzo “moderno” come quello del film."

 

 

NEWS del 21/06/2018 - 16:11

Abbiamo seguito la gestazione del progetto Big Fish & Begonia per anni, l'abbiamo cercato e fortemente voluto al

Abbiamo seguito la gestazione del progetto Big Fish & Begonia per anni, l'abbiamo cercato e fortemente voluto al festival, l'abbiamo proiettato con successo a un pubblico entusiasta di bambini e adulti, adesso finalmente il grande film d'animazione cinese di Liang Xuan e Zhang Chun, campione d'incassi in Asia è nelle sale di tutta Italia grazie a Draka Cinema.

Chun è una divinità con le sembianze di una giovane; vive in un mondo parallelo a quello umano, al di sotto del mare, dove il mare diventa cielo e dove ogni cosa è amministrata da rigide regole cosmiche.
Tra queste vige un obbligo ferreo: quando i giovani dèi, alla soglia dei sedici anni sono chiamati a visitare il mondo degli umani, non devono troppo avvicinarsi ad essi ma guardarli solo da lontano.
Chun, raggiunta la superficie, incontra Kun, un giovane pescatore. I due sfideranno le regole degli dei.

Definito dai critici la risposta cinese a La Città incantata di Miyazaki, Il film è un epico fantasy dal respiro internazionale

Andate a vederlo!

Per info

NEWS del 21/06/2018 - 12:46

Pagine