Evento

Belladonna of Sadness

Special
events
Eventi
speciali
Domenica 7 Maggio 2017 ore 22:30
Kanashimi no Belladonna (Giappone, 1973) di Eiichi Yamamoto

Belladonna of Sadness

86’, V.O. con sottotitoli italiani

In un medioevo immaginifico, Jeanne e Jean si amano teneramente e vogliono sposarsi. Il feudatario locale, vedendo che Jean non è in grado di pagare la dote, non solo rifiuta loro il permesso ma violenta e fa violentare dai suoi accoliti la promessa sposa. Disperata, Jeanne entra in contatto con il Diavolo che le promette il potere in cambio dell’anima. Jeanne usa questo potere per portare il benessere nel suo villaggio ma l’invidia della signora del castello e delle altre donne la condannano all’esilio.

Un capolavoro maledetto del cinema di animazione giapponese, che fece fallire la gloriosa Mushi Production di Osamu Tezuka, torna a nuova vita grazie a un restauro digitale che ne mette in luce le stupefacenti qualità cromatiche e plastiche.

Versione restaurata in 4K

 

Il film sarà preceduto dalla webserie: 

Naked Island

(Canada, 2017)

14', V.O. con sottotitoli italiani

La nuova serie animata prodotta dal prestigioso National Film Board of Canada è una serie di brevissimi cortometraggi diretti da grandi nomi dell’animazione che, oltre all’elevata qualità artistica, si pongono come “avvertimenti di pubblica utilità per una nuova era.” I corti utilizzano il format pubblicitario e l’ironia per affrontare vari aspetti della società contemporanea. Ogni regista è stato libero di usare il proprio stile, e l’effetto eclettico dona all’intera serie energia e vitalità. Da gustare con calma, per apprezzare ogni segno e disegno.

Ecco la lista completa degli corti:

Albertosaurus di Munro Ferguson

All We Need Is War di Luka Sanader, animazione di Frances McKenzie

Be Cool di Chris Landreth

Blood di Theodore Ushev

Detention di David Seitz e Elle Maija Tailfeathers, animazione di David Seitz

Hipster Headdress di Amanda Strong

The Law of Expansion e Simulated Life di Malcolm Sutherland

Protest dei The Sanchez Brothers

Sext Ape di Laurence Vallières

Sober di Élise Simard

Survival of the Fittest di Eva Cvijanovic’

We Drink Too Much e We Eat Shit di Chris Lavis e Maciek Szczerbowski

 

Modalità d'ingresso: